Site Loader

La prima volta che ne ho sentito, e potuto, parlare è stato a uno dei tavoli della Leopolda ed oggi è legge. Per alcune categorie di cittadini, fino a ieri, lo Stato dava il messaggio: «Fare figli è una tua scelta e te ne assumi oneri e onori», oggi questo Paese, con il via libera definitivo all’Assegno unico familiare, cambia e dice finalmente a tutti i suoi cittadini: «Se decidi di diventare genitore ci impegneremo insieme, perché è una cosa fondamentale per il futuro».
La denatalità è un dramma come la crisi delle famiglie. Dal primo luglio, ogni mese, fino a 250/260€ per i figli dai sette mesi di gravidanza al ventunesimo anno di età. Ma non è solo una questione di soldi, per incrementare le nascite serve innanzitutto un contesto di fiducia e protezione.
Con l’assegno unico, con il Family Act, questo Paese inizia ad essere presente in modo concreto per tutti i figli, che abbiano un genitore disoccupato, dipendente o lavoratore autonomo ma non ci fermiamo qui. L’approvazione dell’assegno unico universale è un primo step fondamentale del percorso di Italia Viva, portato avanti con tenacia e competenza dalla Ministra Elena Bonetti e votato all’unanimità martedì in Senato. È l’ investimento per ripartire, perchè questi sono soldi per i bambini. Il cambio di prospettiva rispetto al passato sta proprio in questo. Tutti i bambini devono essere accolti e accompagnati nella loro crescita e formazione; sarà una misura progressiva ma sarà lineare in quanto non lascia fuori nessuno.
Semplifica la burocrazia, stop alla moltitudine delle provvidenze a favore delle famiglie con figli. Oggi l’Italia investe l’1,4% del Pil sulle politiche familiari contro la media europea del 2,2% ed in particolare il 2.4% di Francia e addirittura il 3,3% della Germania. Abbiamo iniziato un percorso lungo che necessita ancora di riforme strutturali e importanti finanziamenti.

Italia Viva c’è e continuerà a mettercela tutta.

3 Replies to “L’assegno universale per i figli di tutti – Primo step del Family Act”

  1. Visto che si parla di semplificare, vorrei sapere se l’assegno per i figli sarà uguale per tutti, o come verrà calcolato e quale iter burocratico ci sarà da seguire. Questo per dare un supporto ai nostri amici quando ce lo chiederanno.

  2. Io sono strafelice del risultato di Italia Viva. Noi da piccolo partito appena nato e criticato aspramente da tutti..siamo quelli che fanno..e fanno cose importanti come questa che fa bene al paese alle giovani coppie e alle famiglie sempre piu in difficoltà. Dal mio partito voglio questo. Come ho scritto in un twit ” Gli altri chiacchierano Italia Viva fa politica..e fa il bene comune..che è quello che conta. Avanti così. W Italia Viva!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *