Site Loader

Lavori in corso per l’avvio del comitato tematico Università e Ricerca di Italia Viva Parma. Il primo incontro, via Zoom, ha recuperato le fila del discorso sul progetto che Mauro Massa (presidente casa editrice Diabasis) aveva già illustrato all’assemblea di fine giugno. «Un progetto – ha spiegato Massa – per far emergere la misurabilità dell’investimento in ricerca ed innovazione nelle pmi (piccole medie aziende, ndr) del nostro territorio». L’Italia in termini di investimento per la ricerca è un fanalino di coda a livello europeo, tocca l’1% contro percentuali elevatissime per Germania, Francia, Inghilterra. Però, ha sottolineato Massa:«Il nostro comparto è completamente diverso. È fatto di piccole-medie aziende anche molto sviluppate e innovative che trovano mercato soprattutto all’estero». Il progetto di Mauro Massa consterebbe dunque nel portare avanti un’indagine a Parma intervistando, tramite questionario o contatto telefonico, i direttori, proprietari, padroni di queste pmi per capire «come», «se» e «quanto» queste aziende investono in termini di ricerca. Una proposta che ha coinvolto studenti e professionisti. Come il chimico Daniele Domenico Martino che porta la sua esperienza in ambito aziendale “Le risorse come dicono i dati sono inadeguate ed anche quelle presenti potrebbero essere utilizzate meglio” o come lo studente universitario Nicolò Roffi che ha definito il progetto “Un’ impresa titanica che potrebbe essere, però, di curiosità e interesse nazionale». In merito agli investimenti sulla ricerca a portare esempi pratici è stato Nicola Cesari, sindaco di Sorbolo-Mezzani:«Per prima cosa è indispensabile rendere il proprio territorio attrattivo per le aziende – ha spiegato – e da sindaco sto cercando di fare proprio questo. È necessario creare nuove zone per ospitare le aziende e pensare a nuovi progetti all’avanguardia e sostenibili». Uno dei progetti in cantiere per il sindaco Cesari è la realizzazione di una scuola innovativa, con una mensa che educhi alla formazione dei ragazzi ad una corretta e sana alimentazione. «Subito si sono mostrate interessate grandi aziende come Barilla e realtà come Giocampus» ha aggiunto il sindaco di Sorbolo-Mezzani. Un segno, anche questo, che Parma è terreno fertile per far nascere e crescere le idee innovative. E Italia Viva vuole essere sicuramente uno strumento per sviluppare queste idee e di contatto e collaborazione per diverse realtà per riuscire a stimolare nuove misure a livello legislativo e burocratico, per aiutare i piccoli-medi imprenditori, gli startupper. In sostanza, come cerchiamo di fare sempre, per ascoltare le necessità di tutti e trovare soluzioni.

Per partecipare agli appuntamenti del comitato tematico potete scrivere al promotore Mauro Massa m.massa@diabasis.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *